La dieta dello sportivo
Una regolare attività fisica aiuta corpo e mente a ritrovare forma e armonia ma attenti a non esagerare perché un esercizio troppo intenso e occasionale potrebbe avere effetti contrari; potrebbe determinare, infatti, un vero e proprio stress ossidativo, scatenando nell'organismo i tanto temuti radicali liberi che favoriscono il processo di invecchiamento cellulare e provocano pericolose malattie.
È sano l'organismo di un atleta che si allena regolarmente, perché ha modo di crearsi difese proprie, mentre lo è meno quello un atleta "della domenica".
Diversi studi hanno messo in evidenza che la pratica regolare dello sport: riduce il rischio di malattie cardiovascolari con l'aumento del colesterolo buono, la diminuzione della pressione arteriosa e un maggior rifornimento di ossigeno al muscolo cardiaco; rafforza il tessuto connettivo di cartilagini, legamenti, tendini e ossa; promuove, infine, un generale stato di benessere, con il conseguente aumento dell'autostima.
Tutti ottimi motivi per dedicare un po' del proprio tempo a una regolare attività fisica quotidiana, che, se accompagnata anche da una dieta appropriata, dà risultati sicuri.
L'alimentazione di chi pratica esercizio fisico deve essere ricca di carboidrati complessi, cioè pane, pasta, riso, patate (circa il 60% delle calorie giornaliere), povera in grassi: non più del 10% di grassi saturi (carni, latte, formaggi) e del 15% di grassi insaturi (olio extra vergine d'oliva, pesce, frutta secca) e moderata in proteine animali (carni, latticini) e vegetali (cereali e legumi) in una quantità del 15% e in rapporto tra loro di 1:1.
Deve, inoltre, garantire un buon apporto di micro nutrienti, tra cui le vitamine del gruppo B, ferro, calcio e magnesio. E non devono mancare le sostanze antiossidanti, molto importanti in quanto l'esercizio fisico comporta un maggiore consumo di ossigeno, che a sua volta si traduce in una più elevata formazione di radicali liberi che vengono neutralizzati proprio dagli antiossidanti.
Questi, normalmente presenti nella dieta mediterranea, sono presenti in dose e combinazioni particolarmente vantaggiose, per la salute umana, in diversi alimenti tipici delle nostre regioni: vitamina C, presente in agrumi (arance "bionde" e arance rosse siciliane, limoni), pomodori, peperoni, broccoli; vitamina E, presente in elevate quantità nell'olio extravergine di oliva, frutta secca oleosa (mandorle e noci), germe di grano, legumi; i carotenoidi, contenuti in frutta e verdura di colore giallo/arancio/rosso quali il pomodoro e il melone; i polifenoli, di cui sono ricchi uva, arance rosse (sotto forma, soprattutto, di cianidina), gelsi neri e more, vino rosso e cipolle.
Vedi anche:

Gli sport più adatti per dimagrire

Programma di consulenza per il dimagrimento "Sport"

Programma di consulenza per il dimagrimento "Dimagrimento veloce"

Programma di consulenza per il dimagrimento "OverSize"

Dimagrire con la corsa

Bevande per sportivi: cose bere prima, durante e dopo l'attività fisica